Botti, tre quintali nascosti in scuola materna a Napoli

sabato 29 dicembre 2007 11:32
 

NAPOLI (Reuters) - Il custode di una scuola materna di Frattamaggiore, vicino a Napoli, è stato arrestato per aver nascosto in alcuni ambienti dell'istituto tre quintali di fuochi d'artificio illegali mentre a Capri sono stati sequestrati altri due quintali di materiale pirotecnico non conforme alla legge.

Secondo quanto riferito dalla polizia di Napoli, tra i tre quintali di fuochi d'artificio illegali -- nascosti dal custode della scuola materna, Vincenzo Capone, di 58 anni -- sono stati individuati 17 chili di "materiale esplodente", un quantitativo che avrebbe reso "micidiali" i fuochi sequestrati.

Con l'avvicinarsi della fine dell'anno torna in primo piano il problema dei fuochi d'artificio illegali che ogni anno provoca decine di feriti.

In precedenza, in due diverse operazioni contro il commercio di petardi e botti illegali, la polizia ha sequestrato circa due quintali di fuochi d'artificio illegali sull'isola di Capri e un furgone che trasportava abusivamente oltre 600 chili di prodotti pirotecnici a Roma.

Secondo quanto riferito in due note distinte della polizia, nel sequestro effettuato a Capri sono state trovate anche 100 "bombe-carta" con diametro tra i 7,5 e i 15 centimetri ed è stato denunciato un giovane di 20 anni.

Nell'operazione condotta a Roma -- dal Nucleo Tecnico-Operativo ed Analisi della Polizia Amministrativa, dal personale della questura e della polizia stradale di Tivoli -- oltre al sequestro del furgone, è stata ritirata la patente al trasportatore e gli sono state anche "comminate sanzioni per migliaia di euro ai sensi del codice della strada".

Solo nell'ultima settimana, le attività del Nucleo centrale della polizia hanno consentito tra l'altro, nel corso di azioni coordinate con le questure di Catania e Messina, la polizia stradale e la Guardia di Finanza, il sequestro di oltre 10.000 chili di prodotti pirotecnici illegalmente detenuti e la chiusura di tre fabbriche di fuochi artificiali.

Sul sito www.poliziadistato.it è possibile trovare consigli utili per usare fuochi d'artificio in sicurezza e informazioni su come distinguere i fuochi illegali da quelli consentiti.

 
<p>Fuochi d'artificio a Londra nel Capodanno 2007. REUTERS/Stephen Hird</p>