Usa, molestava Uma Thurman: per l'avvocato l'ha solo spaventata

martedì 29 aprile 2008 12:04
 

NEW YORK (Reuters) - Un uomo accusato di aver molestato l'attrice Uma Thurman per due anni potrà anche averla spaventata ed essere stato ossessivo nei suoi confronti ma non ha infranto la legge.

E' quanto ha detto il suo legale davanti a una giuria di New York.

Jack Jordan, 37 anni, è stato accusato di aver inviato e-mail fastidiose al padre e al fratello di Thurman, appostandosi per ore sulle scale che conducono all'appartamento della Thurman a Manhattan e intrufolandosi nella roulotte usata dall'attrice durante le riprese di un suo film.

Ora l'uomo deve fare i conti con l'accusa di molestie.

"La amava e forse la ama ancora. Non avrebbe mai voluto crearle disturbo, minacciarla né spaventarla", ha spiegato il legale di Jordan, George Vomvolakis. "L'ha spaventata? Sì. L'ha ossessionata? Sì. Ma è un criminale? Questo no".

Ma il vice procuratore distrettuale, Colleen Walsh, ha detto che Jordan ha inviato "e-mail spam" a Thurman e ai suoi familiari dicendo al fratello di Thurman che si sarebbe ucciso se non avesse potuto parlare con l'attrice entro 48 ore.

"Quel che è troppo è troppo", ha detto Walsh. "Il prezzo da pagare per essere famosi non è così alto".

Thurman è diventata famosa grazie a film come "Kill Bill" e "Pulp Fiction" per cui ha ricevuto una nomination all'Oscar.

 
<p>Jack Jordan, protagonista delle molestie nei confronti di Uma Thurman lascia il tribunale di New York. REUTERS/Chip East</p>