Caso Mosley, agente segreto Gb lascia per coinvolgimento moglie

domenica 18 maggio 2008 16:56
 

LONDRA (Reuters) - Lo scandalo che ha coinvolto il numero uno della Federazione automobilistica internazionale (Fia) Max Mosley ha avuto oggi uno sviluppo inaspettato dopo che i quotidiani hanno scritto che una delle prostitute coinvolte nel video sado-maso è la moglie di un agente segreto britannico.

La Fia, di cui Mosley è presidente, ha detto in una nota che ha preso atto della notizia ma che non ha commenti sulla vicenda.

Il Daily Telegraph e il Sunday Times hanno scritto che l'agente segreto dell'MI5, il cui nome non è stato pubblicato, è stato costretto a dimettersi il mese scorso in seguito al coinvolgimento di sua moglie nel filmato.

I quotidiani scrivono che la donna era una delle cinque prostitute coinvolte in quello che il News of the World ha definito, lo scorso marzo, un'orgia sado-maso in stile nazista in cui il protagonista era lo stesso numero uno della Fia.

Il Telegraph ha precisato che l'agente ha prestato servizio nell'esercito prima di entrare a far parte dell'MI5 in cui aveva "il compito di monitorare persone sospettate di far parte di al-Qaeda, spie russe, boss del crimine e signori della droga".

Mosley, che ha lasciato cadere le numerose richieste di dimissioni, dovrà affrontare una votazione a scrutinio segreto a Parigi il prossimo 3 giugno.

 
<p>Max Mosley. REUTERS/Pascal Deschamps</p>