Vanna Marchi condannata in appello a 9 anni e 6 mesi

giovedì 27 marzo 2008 15:46
 

MILANO (Reuters) - I giudici della Corte d'Appello di Milano hanno condannato la "teleimbonitrice" Vanna Marchi a 9 anni e 6 mesi e sua figlia Stefania Nobile a 9 anni 4 mesi e 9 giorni in una sentenza di secondo grado emessa oggi, nel processo per associazione a delinquere finalizzata alla truffa.

Gli stessi giudici oggi hanno condannato anche Francesco Campana, l'ex convivente di Marchi, a 3 anni e il sedicente mago brasiliano Mario Pacheco Do Nascimento a 1 mese e 20 giorni di carcere.

Il mese scorso il sostituto procuratore generale Piero De Petris aveva chiesto ai giudici una condanna a 10 anni e quattro mesi di reclusione per Marchi e la figlia, di quattro anni e 19 giorni per Campana, e di due mesi per brasiliano.

"Mi aspettavo una riduzione di pena più significativa perché i fatti sono stati riqualificati. I giudici hannno dato un contentino alla difesa", ha detto l'avvocato di Marchi e Nobile, Liborio Cataliotti.

I giudici hanno escluso per tutti gli imputati l'aggravante dei motivi abietti e futili e, in relazione ad alcune truffe, anche le aggravanti del pericolo immaginario e del danno di ingente rilevanza patrimoniale.

Vanna Marchi e la figlia Stefania, che hanno sempre respinto le accuse, sono state condannate nel maggio del 2006 in primo grado a 10 anni di carcere per associazione a delinquere e in uno stralcio per truffa a due anni e mezzo, oltre ad un risarcimento milionario. I due processi sono stati riuniti nell'attuale procedimento in appello.

Nel corso del processo furono ascoltate decine di persone che testimoniarono come venissero loro venduti numeri magici per vincere al lotto e amuleti per allontanare le disgrazie, a fronte di minacce e intimidazioni per chi non accettava.

L'inchiesta sul fiorente giro d'affari realizzato con televendite di svariati prodotti, in particolare di bellezza, era nata dopo un servizio della trasmissione tv "Striscia la Notizia", ed aveva portato all'arresto di Wanna Marchi e della figlia.