Ultimo weekend di partenze estive, traffico molto intenso

giovedì 7 agosto 2008 12:31
 

MILANO (Reuters) - Il prossimo fine settimana - l'ultimo di grandi partenze per le vacanze estive - vedrà circolare sulle strade del paese 9 milioni di veicoli, con un traffico che si preannuncia molto intenso soprattutto sabato mattina.

Lo ha riferito in una nota il gruppo Autostrade per l'Italia.

Dalle 14 alle 22 di domani scatta il "Bollino rosso" con le previsioni che parlano di traffico molto intenso in concomitanza con la fine delle attività lavorative.

La situazione peggiora nella mattinata di sabato con "Bollino nero" dalle 06 alle 14 e circolazione

Tra i tratti in cui il traffico sarà più intenso ci sono l'A1 (da Milano a Napoli) e l'A14 Adriatica (in direzione Ancona), ma anche i tratti liguri, verso le riviere di Ponente e Levante, e l'A4 in direzione Venezia. Traffico elevato anche sull'A3 Napoli-Salerno e sull'A30 Caserta-Salerno verso la Calabria.

Flussi notevoli anche ai valichi di frontiera con Slovenia, Francia, Svizzera e Austria, sia in uscita dall'Italia che in entrata per l'arrivo di numerosi turisti stranieri, secondo la nota.

A chi deve imbarcarsi sui traghetti diretti in Sardegna, Corsica ed Elba, Autostrade ricorda che sono previsti molti automobilisti alle barriere di Genova Ovest (A7) e alle uscite di Civitavecchia e di Rosignano Marittimo (A12).

sostenuta fino a tarda sera.

"La circolazione - secondo quanto riferisce il gruppo - sarà favorita dalla rimozione dei cantieri e dal blocco dei mezzi pesanti che non potranno viaggiare venerdì 8 dalle 16 alle 24 e sabato 9 e domenica 10 agosto dalle 07 alle 24".

Il gruppo sottolinea che sui 1593 chilometri della rete è attivo il sistema Tutor che misura la velocità media in autostrada.

Notiziari sul traffico si possono ascoltare su Isoradio 103.3 Fm, Onda Verde Rai e Rtl 102.5 e per avere informazioni sul traffico è possibile contattare il Call Center Viabilità al numero 840.04.2121 o il numero telefonico 1518 del Cciss.

 
<p>ITALY-DRIVING/ REUTERS/Max Rossi</p>