Cuba: Castro dice che è troppo debole per parlare in pubblico

giovedì 17 gennaio 2008 09:00
 

L'AVANA (Reuters) - Il leader cubano Fidel Castro ha detto di essere troppo debole per parlare in pubblico, 17 mesi dopo un'operazione chirurgica che lo ha costretto a cedere il potere a suo fratello.

La lunga convalescenza di Castro -- apparso per l'ultima volta in pubblico il 26 luglio 2006 -- ha fatto aumentare le speculazioni su un eventuale suo ritiro dalla vita politica, che potrebbe essere annunciato a marzo.

"Non sono fisicamente in grado di parlare direttamente ai cittadini del comune dove sono stato nominato per le elezioni domenica prossima", ha detto Castro in un testo pubblicato da un quotidiano di Cuba.

Il leader 81enne è apparso debole ma più presente in immagini televisive diffuse dalla tv cubana e che lo ritraevano martedì in un incontro con il presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva.

Quello di martedì con Lula è il primo video di Castro dopo un incontro tre mesi fa con il suo principale alleato, il presidente venezuelano Hugo Chavez.

 
<p>Il leader cubano Fidel Castro durante il suo incontro all'Avana col presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva. REUTERS/Luiz Inacio Lula da Silva/CubaVision TV/Handout (CUBA). EDITORIAL USE ONLY. NOT FOR SALE FOR MARKETING OR ADVERTISING CAMPAIGNS.</p>