Fiaccola olimpica in India, accolta dalle proteste

giovedì 17 aprile 2008 09:01
 

NUOVA DELHI (Reuters) - La fiaccola olimpica è arrivata a Nuova Delhi oggi dove ha dovuto subito fare i conti con le proteste da parte dei membri della più grande comunità al mondo di tibetani in esilio, che hanno assicurato di disturbare il suo passaggio nella capitale dell'India.

Circa 15.000 agenti di polizia seguiranno il percorso dei tedofori oggi, già ridotto per timore delle proteste, che si snoderà tra i principali viali della città, un tempo colonia britannica.

La fiaccola che sta viaggiando in tutto il mondo prima di raggiungere Pechino per i Giochi olimpici è stata accolta al suo arrivo da Suresh Kalmadi, il capo dell'Associazione olimpica indiana.

La polizia ha arrestato una ventina di manifestanti tibetani lungo il percorso, tra i quali molti sono stati caricati sui furgoncini della polizia mentre gridavano slogan contro la Cina.

Ma le proteste hanno accompagnato il percorso della fiaccola anche in Europa e nelle Americhe.

In alcuni luoghi, i manifestanti hanno cercato di spegnere la fiaccola e gli organizzatori hanno reagito o decidendo loro stessi di spegnerla o nascondendola per metterla in salvo.

I Giochi olimpici di Pechino si terranno dall'8 al 24 agosto prossimi.

 
<p>L'atleta del Pakistan Kiran Bano con la fiaccola olimpica ieri a Islamabad. REUTERS/Farooq Naeem/Pool</p>