Olimpiadi, fiaccola inizia dal Pakistan il viaggio in Asia

mercoledì 16 aprile 2008 09:36
 

ISLAMABAD (Reuters) - La torcia olimpica è arrivata oggi in Pakistan in quello che sarà il primo tratto del suo percorso in Asia, tra imponenti misure di sicurezza e molte preoccupazioni.

La fiaccola, che verrà portata in tutto il mondo prima dell'inizio delle Olimpiadi a Pechino ad agosto, è giunta in aereo da Muscat alla base aerea di Rawalpindi.

Alcuni funzionari hanno detto che non si profilano al momento minacce che possano far pensare a un sabotaggio lungo il percorso e hanno aggiunto di non aspettarsi proteste contro il governo cinese, che invece si sono verificate in altri posti in cui è sfilata la fiaccola.

Manifestanti durante il passaggio della torcia olimpica hanno protestato per il modo in cui il governo cinese ha trattato i tibetani nel corso dei recenti raid seguiti alle proteste nella capitale del Tibet, Lhasa, e in altre regioni.

"Per noi è un onore e ne siamo fieri", ha detto il presidente dell'Associazione pakistana per le Olimpiadi (Apo), Arif Hassan.

Hassan ha aggiunto che l'evento aiuterà a migliorare l'immagine del Paese, dove militanti islamici hanno messo in atto una serie di attentati.

"Dio volendo, per una volta è andato tutto bene. Credo che (questo spettacolo) invierà un chiaro messaggio a tutto il mondo in modo che si veda qual è la vera faccia del Pakistan".

L'Apo in un primo momento aveva pensato di far sfilare la fiaccola lungo il principale viale della capitale, di fronte alla sede del Parlamento, ma successivamente l'evento è stato spostato nella zona dello stadio per timori sulla sicurezza e per le cattive condizioni meteo.

 
<p>La fiaccola olimpica in una delle tappe precedenti a Dar es Salaam, in Tanzania. REUTERS/Radu Sigheti (TANZANIA)</p>