Incendio a castello Moncalieri: "danni gravissimi"

sabato 5 aprile 2008 15:20
 

TORINO (Reuters) - Un incendio di vaste proporzioni di cui non si conoscono ancora le cause è divampato stamani all'alba in una parte dell'antico castello di Moncalieri, in provincia di Torino, provocando "danni gravissimi" ma nessun ferito.

Lo hanno detto oggi i carabinieri -- che nel castello hanno la sede del "Primo Battaglione Piemonte" -- e la Regione Piemonte.

I vigili del fuoco, intervenuti con trenta squadre, sono riusciti a spegnere le fiamme e a mettere in salvo una parte dei preziosi arredi del castello.

L'incendio -- che si è sviluppato alle 5 del mattino nel torrione sud-est, una zona disabitata e attualmente in fase di ristrutturazione -- potrebbe essere partito dal tetto dell'edificio, dove i pompieri e alcuni residenti del posto hanno avvistato le fiamme in un primo momento.

Il rogo ha invaso l'area degli appartamenti reali, posti al secondo piano, provocando "danni gravissimi" secondo la Regione, che ha annunciato la richiesta al governo di un intervento urgente.

Sul posto è arrivato anche il magistrato titolare dell'inchiesta, Raffaele Guariniello.

Secondo quanto riferito, non sono ancora note le cause all'origine del rogo.

Oltre ai danni inflitti dal fuoco ci sarebbero anche quelli provocati dall'acqua, il cui utilizzo si è reso necessario per cercare di domare le fiamme.

Il castello -- le cui origini risalgono al XIII secolo -- è stato dimora di diversi esponenti della famiglia Savoia.