Guatemala, governo aprirà un parco turistico sulle rovine Maya

martedì 15 gennaio 2008 08:35
 

CITTA' DEL GUATEMALA (Reuters) - Il Guatemala costruirà un parco per turisti sulle rovine di un'antica città Maya che ospita una delle più grandi piramidi del mondo. Lo ha detto il presidente del Paese.

La civiltà dei Maya fu artefice di meravigliosi templi e di palazzi nell'America centrale e nella parte meridionale del Messico prima di abbandonare in modo del tutto misterioso le città che abitava, circa 900 anni dopo Cristo.

Recentemente il presidente del Guatemala Alvaro Colom ha detto che il parco permetterà ai turisti di accedere al parco archeologico di Mirador, dove ci sono centinaia di edifici.

"Credo sia la piramide più grande al mondo addirittura più grande di un metro delle piramidi egiziane", ha detto Colom.

Il sito archeologico di Mirador si può vedere soltanto in elicottero o dopo una escursione di due giorni nella giungla.

Colom ha detto che il sito è il triplo del famoso centro di Tikal, una delle principali attrazioni turistiche del Paese.

Colom ha aggiunto che il parco servirà a promuovere lo sviluppo nella regione.

La rovina della civiltà Maya, che dominò la zona per circa 2.000 anni, è uno dei più difficili misteri archeologici da svelare.