Emergenza rifiuti a Napoli, coppia chiede asilo in Svizzera

lunedì 14 gennaio 2008 14:52
 

ZURIGO (Reuters) - Una coppia di Napoli ha richiesto asilo in Svizzera, dicendo che i rifiuti tossici che da giorni riempiono le strade della città rappresentano un rischio per la salute per il bimbo che sta aspettando.

Montagne di spazzatura si sono accumulate per le strade di Napoli da quando è stato sospeso il servizio di raccolta dei rifiuti prima di Natale, dopo che le discariche della regione Campania sono state dichiarate piene.

La crisi della spazzatura ha portato a violente proteste e a scontri tra manifestanti e polizia.

Il quotidiano svizzero Blick ha chiamato i due Sergio, 32 anni, e Giusi, 30, e ha detto che hanno chiesto asilo nella cittadina svizzera di Bellinzona, al confine tra Svizzera e Italia.

"Se rimaniamo a Napoli rischiamo di morire di cancro", ha spiegato Sergio, che lavora come consulente.

"Dobbiamo salvare il nostro bimbo", ha aggiunto sua moglie, biologa molecolare, incinta al quarto mese.

La coppia ha raccontato che migliaia di tonnellate di rifiuti chimici e radioattivi sono sparsi per le strade della città.

Un portavoce del dipartimento della Salute e della sicurezza sociale nel canton Ticino ha confermato che una coppia di Napoli ha presentato la richiesta di asilo.

 
<p>Nell'immagine un funzionario di polizia ispeziona i rifiuti a Napoli. REUTERS/Salvatore Esposito/Agnfoto</p>