Olimpiadi: argento ad azzurri nel kayak e nel pugilato

sabato 23 agosto 2008 16:19
 

PECHINO (Reuters) - La quindicesima giornata delle Olimpiadi di Pechino ha visto la conquista del secondo gradino del podio da parte degli azzurri Josefa Idem nel kayak e Clemente Russo nel pugilato, due medaglie d'argento che lasciano un po' d'amaro in bocca, mentre delusioni più pesanti sono venute da altri sport.

Nel kayak K1 500 metri, l'italiana Idem è arrivata seconda dopo aver guidato a lungo la gara, conquistando la medaglia d'argento per appena quattro millesimi, superata al fotofinish dalla ucraina Inna Osypenko-Radomska che ha vinto l'oro.

Nel pugilato, categoria 91 chili, Russo ha portato a casa l'argento e non ce l'ha fatta a battere il russo Rakhim Chakhkiev che lo ha sconfitto per 4-2, al termine di un incontro molto equilibrato. Un forte disappunto per l'azzurro, che sul podio non ha spauto trattenere lacrime di dleusione.

Nel kayak K2 500 metri maschile il team italiano composto da Andrea Facchin e Antonio Scaduto si è piazzato invece all'ultimo posto.

E' stata eliminata nella finale del salto in alto femminile Antonietta Di Martino che si è fermata a 1,93 fallendo tutti e tre i suoi tentativi.

Delusione oggi anche nella mountain bike femminile, dove l'azzurra Eva Lechner è arrivata 16esima in una gara vinta dalla tedesca Sabine Spitz.

Nella mountain bike maschile invece l'azzurro Marco Aurelio Fontana si è piazzato al quinto posto mentre la medaglia d'oro è andata al francese Julien Absalon.

Nel taekwondo, l'italiano Leonardo Basile è stato eliminato nella categoria +80 chili dal cubano Angel Valodia Matos per 3-1.

 
<p>Il solare sorriso di Josefa Idem argento oggi nel kayak K1 500 metri femminile. REUTERS/Laszlo Balogh</p>