Calcio, Ronaldo non sa se tornerà a giocare

venerdì 22 febbraio 2008 14:14
 

PARIGI (Reuters) - L'attaccante del Milan Ronaldo ha detto oggi di non aver ancora preso una decisione sul suo futuro come calciatore dopo l'ennesimo grave infortunio che lo costringerà a stare lontano dai campi di gioco per almeno nove mesi.

"Dal punto di vista fisico sarà difficile e dal punto di vista psicologico sarà molto dura", ha detto Ronaldo prima di lasciare l'ospedale parigino "Pitié-Salpêtrière", dove è stato operato lo scorso 14 febbraio dopo essersi rotto il tendine rotuleo del ginocchio sinistro.

"Non ho ancora deciso quello che voglio fare", ha aggiunto il calciatore brasiliano, 31 anni, visibilmente emozionato.

"La mia volontà è quella di continuare a giocare, il mio cuore mi dice questo ma il mio corpo mi manda dei segnali dicendo che è stanco, che ha bisogno di riposo".

"Se alla fine mi rimetterò e potrò giocare, tanto meglio. Altrimenti sarà una decisione difficile da prendere ma sarà (l'unica) decisione".

"C'è certamente la volontà di giocare ma nessuno lo può sapere".

Il medico Eric Rollan, che lo ha operato, ha sottolineato che il calciatore non ha tutto il suo avvenire nelle sue mani.

"Di qui a sei mesi non dipenderà da lui, mentre tra sei mesi in avanti dipenderà da lui. Dal punto di vista medico non diremo nulla di qui a sei mesi", ha detto il chirurgo.

"Nei prossimi tre mesi può succedere di tutto perché la chirurgia non è una scienza esatta. (...) Tutto è possibile. Tutto dipende dalla riabilitazione".

L'infortunio è avvenuto durante le partita di calcio Milan-Livorno. Il bomber resterà ancora qualche giorno a Parigi prima di rientrare in Italia.

 
<p>L'attaccante del Milan Ronaldo. REUTERS/Charles Platiau</p>