Polemica in Australia su spettacolo teatrale su Gesù gay

lunedì 21 gennaio 2008 12:12
 

SYDNEY (Reuters) - Uno spettacolo teatrale in cui un attore interpreta il ruolo di un Gesù in veste omosessuale che cede al fascino di Giuda e che celebra le nozze tra due apostoli, ha scandalizzato le chiese cristiane in Australia.

Lo spettacolo dal titolo "Corpus Christi" deve andare in scena il 7 febbraio, in occasione del "Martedì grasso gay e lesbico" organizzato ogni cinque anni a Sydney.

Appresi i dettagli dello spettacolo, il vescovo anglicano di Sydney-Sud, Robert Forsyth, ha parlato di "un'assurdità storica" e "deliberatamente offensiva".

Lo spettacolo è già andato in scena negli Stati Uniti dove ha provocato forti proteste e dove allarmi bomba hanno minacciato le rappresentazioni.

Rappresentato nel 1999 a Londra, lo spettacolo è stato giudicato blasfemo da un gruppo islamico con sede in Gran Bretagna, che ha lanciato una "fatwa" e ha minacciato di ucciderne l'autore, Terrence McNally, anche lui omosessuale.