Architettura, francese Nouvel riceve prestigioso premio Pritzker

lunedì 31 marzo 2008 10:16
 

LOS ANGELES (Reuters) - Il premio Pritzker 2008, il più prestigioso riconoscimento internazionale nel campo dell'architettura, è andato al francese Jean Nouvel per la sua sperimentazione creativa e per i suoi edifici che "dialogano" con il contesto. A dirlo la giuria del premio Pritzker.

In circa 40 anni di carriera, Nouvel ha realizzato oltre 200 progetti tra Francia, Europa, Asia e Stati Uniti, prodigandosi contro quella che lui stesso definisce "l'architettura generica".

"Il suo animo curioso ed elastico l'ha spinto ad assumersi dei rischi in ognuno dei suoi progetti che, indipendentemente dal loro livello di successo, hanno ampiamente contribuito ad allargare il vocabolario dell'architettura contemporanea", ha detto la giuria motivando la propria scelta.

Il premio Pritzker che consiste in una ricompensa di 100.000 dollari viene assegnato ogni anno a un architetto contemporaneo.

Nouvel, 62 anni, ha detto di essere sorpreso di aver ricevuto il premio nel 2008, un anno in cui non ha inaugurato alcun importante progetto, e ha aggiunto di sentirsi "molto onorato" di entrare a far parte del gruppo di 32 architetti che hanno ricevuto il riconoscimento.

Nouvel è il secondo architetto francese ad aver ricevuto il premio Pritzker, dopo Christian de Portzamparc che fu premiato nel 1994.

"Sono molto felice di far parte del gruppo dei miei amici, come Frank Ghery, Renzo Piano e Zaha Hadid", ha detto a Reuters Nouvel.

Nouvel ha raggiunto una notorietà a livello internazionale per il progetto dell'"Institut du monde arabe" costruito a Parigi nel 1987.

I giochi di luce e la trasparenza che si alterna all'opacità sono temi ricorrenti nel lavoro di Nouvel, che si ritrovano anche in due delle sue opere più recenti: la Tour Verre che verrà costruita a New York, e la Suncal Tower in cantiere a Los Angeles.

 
<p>L'architetto francese Jean Nouvel posa vicino al modellino del Museo del Louvre di Abu Dhabi. REUTERS/Philippe Wojazer</p>