Indonesia, fondamentalisti musulmani contro video olandese

lunedì 31 marzo 2008 09:41
 

GIACARTA (Reuters) - Circa 50 esponenti di un gruppo fondamentalista musulmano dell'Indonesia hanno protestato oggi di fronte all'ambasciata olandese invocando la morte di un parlamentare olandese che ha diffuso un film che accusa il Corano di incitazione alla violenza.

Geert Wilders, leader del partito olandese "Freedom Party" contro l'immigrazione, ha diffuso su Internet la scorsa settimana un video, che ha provocato aspre reazioni da parte dei Paesi a maggioranza musulmana.

Decine di agenti di polizia, con cannoni ad acqua, non sono intervenute durante la protesta organizzata dai membri dell'"Islamic Defenders' Front", alcuni dei quali hanno lanciato uova e bottiglia in plastica all'interno della sede dell'ambasciata olandese a Giacarta.

"Invito i musulmani di tutto il mondo: se incontrate il regista del film, uccidetelo", ha detto Awit Mashuri, che ha preso la parola durante la manifestazione.

"Geert Wilders è un terrorista cristiano", si leggeva su un cartello. "Uccidete Geert Wilders", diceva un altro.

Il "Front" è famoso per le precedenti incursioni nei locali notturni in cui secondo il gruppo stesso, lavoravano prostitute e spacciatori.

Nel 2003, il leader del gruppo, Mohammad Rizieq Shihab, è finito in carcere per sette mesi per aver incitato alla violenza.

Il regista olandese Theo van Gogh, che ha realizzato un film che accusa l'Islam di accettare la violenza sulle donne, è stato ucciso da un militante fondamentalista islamico nel 2004.

Il video di Wilders "Fitna" -- termine arabo tradotto anche come "conflitto" -- fa vedere immagini degli attacchi dell'11 settembre 2001 negli Stati uniti e di attacchi condotti da fondamentalisti islamici con citazioni dal Corano, il libro sacro per l'Islam.

 
<p>Il politico conservatore olandese Geert Wilders. REUTERS</p>