Beckham in visita in Sierra Leone come ambasciatore Unicef

domenica 20 gennaio 2008 11:25
 

FREETOWN (Reuters) - La stella del calcio David Beckham ha incontrato alcuni bambini in Sierra Leone in un viaggio in veste di Ambasciatore di buona volontà per l'Unicef, l'agenzia delle Nazioni Unite per l'infanzia.

Il centrocampista dei Los Angeles Galaxy è arrivato nello Stato dell'Africa occidentale venerdì sera per un viaggio di due giorni in un Paese che sta lottando per riprendersi dalla guerra civile del 1991-2002.

La mortalità di bambini e donne in gravidanza in Sierra Leone è tra le più alte al mondo, in un Paese dove strade, scuole e ospedali sono stati distrutti in un conflitto di cui ci sono giunte le immagini di bambini soldato e di civili uccisi.

"E' qui come ospite dell'Unicef", ha detto la portavoce dell'agenzia, Alison Parker, a Reuters al telefono.

"Sta seguendo i programmi sulla sopravvivenza dei bambini in Sierra Leone, sta tenendo sotto controllo una serie di programmi Unicef nella parte settentrionale del Paese per la prevenzione e la immunizzazione dalla malaria", ha aggiunto.

L'ex capitano della nazionale inglese ha lasciato la capitale Freetown per raggiungere le zone rurali nella parte settentrionale del Paese durante la guerra in mano ai ribelli.

Oltre 50.000 persone sono morte durante la guerra civile e migliaia sono state mutilate dai ribelli, che staccano a colpi di machete braccia, gambe, nasi e orecchie delle loro vittime.

 
<p>Il calciatore David Beckham. REUTERS/Las Vegas Sun/Steve Marcus</p>