Calcio, Fifa sigla ufficialmente il protocollo Wada anti-doping

venerdì 30 maggio 2008 10:34
 

SYDNEY (Reuters) - La Fifa ha firmato oggi il nuovo protocollo mondiale contro il doping nel corso del suo congresso annuale a Sydney.

Il presidente della Fifa, Sepp Blatter, ha firmato il nuovo regolamento assieme al numero uno dell'Agenzia mondiale anti-doping (Wada), John Fahey, dopo che il congresso ha votato all'unanimità a favore del provvedimento.

L'organismo che governa il calcio a livello mondiale in precedenza aveva espresso perplessità sulla firma del codice dicendosi contrario ad alcune regole della Wada, tra cui quella che prevedeva un'unica punizione per gli atleti sorpresi a fare uso di sostanze dopanti: un esonero dalle gare per due anni.

Tuttavia, la Fifa ha acconsentito a firmare l'accordo dopo che la Wada ha proposto un pacchetto di regole riviste che ha ottenuto il sostegno di organismi di varie discipline sportive nel corso di una conferenza che si è tenuta lo scorso anno in Spagna.

"L'impegno della Fifa è stato notevole e credo che sarà ancor maggiore nei prossimi giorni", ha detto Fahey rivolgendosi al congresso.

"Il calcio è un vero e proprio 'gigante' tra gli sport di squadra e il vostro esempio è di enorme importanza".

"Il vostro sforzo verrà notato e preso ad esempio da altre discipline di squadra in tutto il mondo".

Il nuovo regolamento anti-doping, che entrerà in vigore dall'1 gennaio 2009, permetterà maggiori distinguo nelle sanzioni per gli atleti che sono in grado di dimostrare di essere risultati positivi ai test anti-doping per una svista e non per l'intento di barare.

Inoltre il protocollo definisce nuovi parametri relativi alle regole "di localizzazione" in base alle quali gli atleti devono informare le autorità anti-doping della loro residenza per eventuali test.

La Fifa è una delle ultime federazioni degli sport olimpici ad aver sottoscritto il regolamento anti-doping.

 
<p>Sepp Blatter con il libretto del World Anti-Doping Code. REUTERS/Will Burgess (AUSTRALIA)</p>