Calcio, Svizzera e Austria contano sul boom di Euro 2008

domenica 29 giugno 2008 14:32
 

VIENNA (Reuters) - I dirigenti sportivi di Austria e Svizzera hanno detto oggi di essere fiduciosi che Euro 2008 porterà una spinta a lungo termine nell'interesse per il calcio, nonostante la prematura uscita dal torneo di entrambe le nazionali che hanno ospitato il campionato.

Parlando ad una conferenza stampa prima della finale di stasera tra Germania e Spagna, i presidenti delle due Federcalcio nazionali hanno detto che la mancata qualificazione dei due paesi e il cattivo tempo sono stati gli unici punti negativi del torneo.

"Dal punto di vista svizzero, naturalmente non siamo soddisfatti della performance della nostra nazionale", ha detto il presidente della federazione svizzera Ralph Zloczower, la cui squadra è stata eliminata dopo due partite, cinque giorni dopo l'inizio del campionato il 7 giugno.

"Avevamo l'obiettivo di raggiungere almeno i quarti di finale e non ci siamo riusciti. Ma l'interesse è rimasto alto per tutto il torneo e l'atmosfera tra i tifosi non poteva essere migliore".

La decisione di affidare Euro 2008 a Svizzera e Austria aveva attirato alcune critiche tra chi sosteneva la relativa mancanza di importanza delle due nazionali.

L'Austria, in particolare, non aveva mai raggiunto le qualificazioni agli Europei prima di ricevere automaticamente il posto come nazione ospitante e attualmente è al numero 92 della classifica internazionale della Fifa.

PIU' ENTUSIASTI

Il presidente della Federazione austriaca Friedrich Stickler ha detto oggi che la reputazione del suo paese di essere interessata solo allo sci è esagerata.

"Gli austriaci amano il calcio e lo amavano già prima degli Europei. Ma ora possiamo dire che sono più entusiasti", ha detto.

"Abbiamo già 400.000 calciatori registrati e stiamo preparando i club al fatto che riceveranno più richieste di iscrizione da parte di ragazzi e ragazze", ha detto Zloczower, aggiungendo che la federazione svizzera ha già visto i primi segnali di boom.

"Il numero dei nostri membri è già salito quest'anno e ci saranno più uomini, donne e bambini che vorranno giocare. Il nostro principale problema è avere abbastanza campi e infrastrutture per soddisfare le richieste ma sono fiducioso che faremo buoni progressi".