Esercizi al lavoro possono migliorare salute, dice studio

lunedì 19 maggio 2008 13:08
 

GINEVRA (Reuters) - Programmi con obiettivo l'inattività fisica e abitudini alimentari sbagliate sul posto di lavoro possono essere efficaci nel mitigare l'impatto dell'obesità, del diabete e delle malattie cardiache, secondo un nuovo studio pubblicato oggi.

Secondo uno studio del World Economic Forum e dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), i decessi provocati da malattie non-trasmissibili come quelle cardiache, l'ictus, il tumore e il diabete aumenteranno del 17% nel periodo 2005-2015.

L'impatto di queste morti e dei problemi di salute sulle economie dei diversi paese è drammatico, con la Cina che prevede di perdere 557,7 miliardi di dollari nel periodo, la Russia 303,2 miliardi e l'India 236,6 miliardi, aggiunge lo studio.

"Migliorare la produttività degli impiegati, migliorare l'immagine dell'azienda e moderare i costi per le cure mediche sono alcuni degli argomenti che potrebbero convincere i manager a iniziare e investire programmi Who (promozione per la salute sul posto di lavoro)", dice lo studio.

Diete eccessivamente caloriche, inattività fisica e il fumo sono tra i maggiori fattori di rischio per le malattie non trasmissibili.

Nel 2005, circa 35 milioni di persone sono morte per malattie non trasmissibili, pari al 60% dei decessi in tutto il mondo e si prevede che le vittime saliranno a 47 milioni all'anno nei prossimi 25 anni, aggiunge la ricerca.

Circa l'80% di questo tipo di decessi avviene in paesi con reddito medio-basso, che hanno a che fare anche con le malattie infettive e deficienze nutrizionali.

Lo studio cita però prove scientifiche secondo cui una dieta salubre e un'adeguata attività fisica -- almeno 30 minuti di attività moderata cinque giorni a settimana -- aiutano a prevenire le malattie non trasmissibili.

Lo studio, basato su programmi nei paesi ricchi soprattutto in Europa e Nord America, aggiunge che sono necessarie ulteriori ricerche, soprattutto per i paesi poveri.

La ricerca è stata presentata all'Assemblea sulla salute mondiale dell'Oms a Ginevra.

 
<p>Alcuni impiegati di una ditta svizzera fanno esercizi durante una pausa. REUTERS/Arnd Wiegmann (SWITZERLAND)</p>