Scala, apertura 2008 con il "Don Carlo", anteprima per i giovani

mercoledì 28 maggio 2008 16:27
 

di Ilaria Polleschi

MILANO (Reuters) - Debutterà con il "Don Carlo" di Giuseppe Verdi, diretto da Daniele Gatti, la prossima stagione della Scala, che per la prima volta aprirà con tre giorni d'anticipo per un'anteprima speciale per i giovani.

Un modo per avvicinare sempre più il tempio dei melomani per eccellenza al pubblico del futuro: così, il 4 dicembre -- in attesa della tradizionale inaugurazione del 7 -- il primo cast dell'opera sarà in scena esclusivamente per i giovani fino a 26 anni, che per partecipare pagheranno un biglietto dal prezzo simbolico di 10 euro.

"Una platea nuova, abituata ad altri riti, potrà accedere all'opera inaugurale con l'occhio privilegiato che sembra giusto riservare al pubblico che coltiviamo per la Scala di domani", ha spiegato oggi il sovrintendente Stéphane Lissner alla presentazione della stagione 2008-09, che vedrà in scena nel corso dei mesi anche "L'affare Makropulos" di Leos Janacek, "Tristan und Isolde" di Richard Wagner, che inaugurò la stagione lo scorso anno, "Alcina" di Handel, "I due foscari" di Verdi, l'"Idomeneo" di Mozart.

Una stagione sempre più ricca, che vedrà alzare il sipario 283 volte contro le 275 del 2007 e le poco più delle 150 degli anni precedenti e che vede la Scala con un bilancio attivo per 1,2 milioni di euro, composto al 40% di contributi pubblici e al 60% di risorse proprie, grazie al maggior numero di biglietti venduti (450.000 spettatori) e all'aumento dei fondatori permanenti (sponsor che si impegnano a versare 5,2 milioni di euro in quattro anni)

"Si tratta di una stagione straordinaria per la qualità delle proposte, per la loro internazionalità", ha detto oggi il sindaco Letizia Moratti, presidente del cda del teatro. "Ciò dimostra che la Scala non è solo il teatro più amato del mondo ma un punto di riferimento".

Con il balletto -- che vede in programma, fra gli altri, "La bayadère", "Giselle", "Sogno di una notte di mezza estate" -- anche il rock entra nel tempio dei melomani, con il "Pink Floyd ballet", sulle musiche dalla famosa band e l'ideazione di Roland Petit.

Il 2009 sarà anche un anno di tournée per la Scala, che si esibirà a Berlino, Roma, Tel Aviv, Tokyo, Parigi e Mosca.

Unica pecca per la prossima stagione sarà il rincaro dei biglietti, ritoccati del 10% circa sul listino, fermo al 2004.

"Per compensare ci siamo impegnati a diversificare le offerte con gli abbonamenti per diminuire il costo", ha aggiunto Lissner, che ha confermato la sua intenzione -- che dovrà essere ratificata dal cda -- di restare fino al 2013 e oltre, in vista dell'Expo, al suo posto.

 
<p>Un'immagine del teatro La Scala di Milano. REUTERS/Alessandro Garofalo (ITALY)</p>