Usa-Ue vicino a accordo su accesso a dati privati,scrive NYTimes

sabato 28 giugno 2008 12:52
 

NEW YORK (Reuters) - Gli Stati Uniti e l'Unione europea sono vicini ad un accordo per consentire alle agenzie di sicurezza e alle forze dell'ordine l'accesso a informazioni private, come transazioni con la carta di credito e i viaggi effettuati dalle persone sull'altro lato dell'oceano.

Lo scrive oggi il New York Times, che ha ottenuto un rapporto interno su un potenziale accordo.

Non è chiaro quando l'accordo potrà essere completato, scrive il quotidiano citando funzionari, ma l'amministrazione Bush vuole risolvere la questione prima di lasciare l'incarico a gennaio e spera che un accordo non debba richiedere l'approvazione del Congresso.

I negoziatori, che hanno iniziato ad incontrarsi nel febbraio 2007, hanno per lo più lavorato su 12 questioni principali, secondo il rapporto, e tra le altre cose il patto chiarirebbe che i governi europei possono scambiarsi legalmente informazioni personali con gli Stati Uniti.

Una grossa questione irrisolta è quella se i residenti dei paesi Ue possano essere in grado di citare il governo Usa sulla sua gestione dei loro dati personali, scrive il Times, precisando che le leggi americane non consentono agli stranieri di far causa per danni al governo Usa in questi casi.

I colloqui sono il risultato dei contrasti tra Usa ed Europa sulla condivisione di informazioni dopo gli attacchi dell'11 Settembre.

 
<p>Passeggeri all'aeroporto Ronald Reagan a Washington. REUTERS/Larry Downing</p>