Usa, scoperto nuovo virus mortale che ha ucciso tre persone

giovedì 7 febbraio 2008 16:03
 

WASHINGTON (Reuters) - Un virus finora sconosciuto ha ucciso tre donne che avevano ricevuto un trapianto d'organi da un donatore australiano, e i ricercatori sostengono che la tecnica usata per identificarlo potrà portarli ad individuare nuovi agenti infettivi.

Il virus, ancora senza nome, sembra essere collegato al virus coriomeningite linfocitico, che di solito causa solo una lieve influenza.

Il nuovo virus ha ucciso tre pazienti trapiantate provocando encefalite, un rigonfiamento del cervello, secondo quanto riferito dal team di ricerca sul New England Journal of Medicine.

I ricercatori hanno usato un metodo relativamente nuovo per trovare il virus, chiamato sequenza a high-throughput, che prevede l'uso di macchine potenti per processare le sequenze genetiche da organi e pazienti.

Quando le tre donne, di 63, 64 e 44, sono tutte morte in un ospedale australiano dopo aver ricevuto un fegato e due reni dallo stesso uomo, i medici hanno capito che qualcosa non andava. Ma un team al Victoria Infectious Diseases Reference Laboratory non era riuscito a trovare la causa.

"Quel donatore era morto per un ictus e si pensava che non avesse alcuna infezione", ha detto il dottor Ian Lipkin della Columbia University a New York, che ha condotto lo studio.

Il suo team ha usato una nuova macchina: un sequenziatore high-throughput fatto da 454 Life Sciences, di Roche Applied Science e Roche.

"Dopo 100.000 analisi di diverse sequenze abbiamo trovato 14 (sospette sequenze genetiche virali)", spiega Lipkin.

Christopher McLeod, presidente di 454 Life Sciences, ha detto che la macchina potrebbe aiutare ad identificare nuove infezioni emergenti, come la Sars, virus che è apparso improvvisamente in Cina nel 2002 e ha ucciso circa 800 persone in tutto il mondo.

"Ogni anno si eseguono 30.000 trapianti di organi negli Usa. Conoscere la sequenza genetica di un virus potrebbe portare a miglioramenti nello screening che aumenteranno la sicurezza dei trapianti", ha detto McLeod in una nota.