Salute, dire a fumatori età dei loro polmoni li aiuta a smettere

venerdì 7 marzo 2008 11:48
 

LONDRA (Reuters) - I fumatori sono più portati a smettere con le sigarette se viene detto loro quanto sono "vecchi" i loro polmoni, secondo uno studio britannico reso noto oggi.

Il concetto dell'età dei polmoni -- misurata comparando i polmoni di un fumatore all'età di una persona che non fuma i cui polmoni funzionano allo stesso modo -- ha aiutato i pazienti a capire meglio come il fumo danneggia la salute, spiegano i ricercatori.

Le informazioni sono anche utili per convincere i fumatori a smettere, dice Gary Parkes, medico di famiglia di Hertfordshire, fuori Londra, che ha condotto lo studio pubblicato sul British Medical Journal.

"Dire ai fumatori l'età dei loro polmoni migliora in maniera significativa la probabilità che smettano di fumare", spiegano Parkers e i suoi colleghi.

Il fumo uccide circa quattro milioni di persone all'anno, secondo l'Organizzazione mondiale della sanità. Il tabacco dà una forte dipendenza ed è una delle principali cause prevenibili sia di tumore che di problemi cardiaci.

Lo studio ha coinvolto 561 fumatori oltre i 35 anni ed è iniziato con un semplice test per registrare il volume e la percentuale di aria esalata dai polmoni.

Un gruppo non ha ricevuto informazioni dettagliate sui propri risultati, mentre all'altro è stata data l'età dei polmoni, con un diagramma di come il fumo agisce e spiegando che smettere avrebbe rallentato la percentuale di danni.

Tutti sono stati fortemente incoraggiati a smettere e hanno ricevuto offerte di aiuto per farlo. Un anno più tardi, i test sulla saliva hanno mostra che il 13% dei fumatori a cui era stata detta l'età polmonare aveva smesso contro il 6% degli altri.

"Chiunque abbia una buona e comprensibile informazione sembra più incline a smettere", spiega Parkes.

 
<p>Una sigaretta accesa. REUTERS/Johannes Eisele</p>