Los Angeles, morto a 49 anni figlio di Marlon Brando

domenica 27 gennaio 2008 10:26
 

LOS ANGELES (Reuters) - Christian Brando, il primogenito dell'icona di Hollywood Marlon Brando, diventato famosa nel 1990 per aver sparato al fidanzato della sorella, è morto ieri a 49 anni.

Lo riferisce il suo avvocato, spiegando che Brando -- figlio del famoso attore morto nel 2004 a 80 anni e dell'attrice gallese Anna Kashfi -- è deceduto ieri mattina per le complicazioni di una polmonite.

L'uomo era stato ricoverato all'Hollywood Presbyterian Medical Center lo scorso 11 gennaio per polmonite e la sua ex-moglie, Deborah, ha detto alla rivista People che era in stato comatoso e attaccato ad un respiratore.

Brando aveva ucciso con un colpo di arma da fuoco Dag Drollet il 16 maggio 1990, dopo che sua sorella Cheyenne gli aveva detto che il fidanzato 26enne la picchiava.

Il suo arresto e il conseguente processo conquistarono i titoli dei giornali.

Christian Brando si dichiarò colpevole di omicidio volontario e fu condannato a 10 anni di carcere, scontandone cinque dietro le sbarre prima di essere rilasciato.

Brando racconto al Los Angeles Times nel 1991 di non aver mai avuto l'intenzione di uccidere Drollet, ma che partì accidentalmente un colpo di pistola mentre i due stavano litigando.

Cheyenne Brando si suicidò nel 1995, a 25 anni, impiccandosi nella casa di sua madre a Tahiti.

 
<p>Christian Brando (a sinistra) baciato dal padre in tribunale a Santa Monica in una immagine del 1990. REUTERS/Pool/Files</p>