La felicità si può ereditare, dicono ricercatori

venerdì 7 marzo 2008 10:18
 

LONDRA (Reuters) - Non si può comprare la felicità, ma si può ereditare, secondo i ricercatori britannici e australiani.

Uno studio su circa mille gemelli -- identici e non -- ha scoperto che i geni controllano la metà dei tratti della personalità che rendolo le persone felici, mentre altri fattori come le relazioni, la salute e la carriera sono responsabili per il resto del nostro benessere.

"Abbiamo scoperto che circa la metà delle differenze nella felicità sono genetiche", spiega Tim Bates, un ricercatore dell'Università di Edimburgo che ha condotto lo studio. "Ciò è abbastanza sorprendente".

I ricercatori hanno fatto ai volontari -- tra i 25 ai 75 anni -- una serie di domande sulla loro personalità, su quanto sono preoccupati e su quanto sono soddisfatti delle loro vite.

Poiché i gemelli omozigoti condividono gli stessi geni e quelli eterozigoti no, i ricercatori possono identificare i geni comuni che risultano in certi tratti della personalità e predispongono le persone alla felicità.

Le persone che sono socievoli, attive, stabili, coscienziose, lavoratrici tendono ad essere più felici, spiegano i ricercatori sulla rivista Psychological Science.

"Ciò che questo studio mostra è che i gemelli identici in una famiglia sono molto simili in personalità e benessere e per contrasto, i gemelli eterozigoti sono simili solo a metà", spiega Bates.

La scoperta è un importante pezzo nei puzzle che i ricercatori hanno davanti nel tentativo di comprendere meglio la depressione e ciò che rende le persone felici o infelici, aggiunge Bates.

 
<p>Le attrici Scarlett Johansson (s) e Natalie Portman posano per i fotografi alla prima del film 'The other Boleyn Girl' alla Berlinale 2008. REUTERS/Johannes Eisele</p>