Insulti a Mourinho, Lo Monaco deferito: "Incita a violenza"

martedì 16 settembre 2008 16:40
 

MILANO (Reuters) - L'AD del Catania Pietro Lo Monaco è stato deferito alla Commissione Disciplinare Nazionale perché le sue affermazioni contro l'allenatore dell'Inter Josè Mourinho costituiscono un "incitamento alla violenza".

"Il procuratore federale ha deferito alla Commissione Disciplinare Nazionale... Pietro Lo Monaco... per avere espresso, nel corso di dichiarazioni pubblicate da organi di stampa, giudizi lesivi della reputazione di altro tesserato e idonee a costituire, direttamente od indirettamente, incitamento alla violenza", spiega sul suo sito la Figc, aggiungendo che per responsabilità diretta è stata deferita anche la società Calcio Catania.

Ad accendere la miccia della diatriba -- nella quale oggi è intervenuto anche il ministro dell'Interno Roberto Maroni -- è stato sabato scorso Mourinho. L'allenatore, famoso per i commenti provocatori rilasciati quando ancora allenava la squadra britannica del Chelsea, ha detto che la sua squadra avrebbe meritato di battere il Catania 5 a 1, nonostante nella realtà abbia vinto solo per 2 a 1 grazie a due autogol fatti dalla squadra siciliana.

Al commento dell'allenatore lusitano, Lo Monaco ha risposto ieri dicendo che Mourinho aveva insultato l'intera città di Catania e avvertendolo che meritava "bastonate sui denti".

Risposta che non è piaciuta a Maroni, che oggi è intervenuto sulla questione: "Non ho titolo per intervenire, ma quando un dirigente dice di un allenatore della squadra avversaria che bisognerebbe bastonarlo sui denti, io mi aspetterei che il giudice sportivo o la Lega calcio o la Figc prendessero immediate decisioni in merito", ha detto Maroni, secondo quanto riportato dai media.

IL BATTIBECCO PROSEGUE

Nel frattempo il botta e risposta tra Mourinho e Lo Monaco è proseguito.

L'AD del Catania, che dopo lo sfogo di ieri si era scusato dicendo di avere usato solo un modo di dire siciliano e che non intendeva fomentare alcuna violenza, oggi ha definito l'allenatore nerazzurro "il più chiacchierone del continente".

"L'Inter, e lo dico con vera convinzione, ha l'organico più forte d'Europa. Peccato abbia dimostrato di avere anche l'allenatore più chiacchierone del continente", si legge nel lungo comunicato pubblicato sul sito della sua squadra (www.calciocatania.it).

Nelle prime settimane alla guida dell'Inter, Mourinho era stato abbastanza pacato nelle sue esternazioni davanti alla stampa. Recentemente però aveva già avuto modo di scambiare qualche commento sagace con il collega della Juventus Claudio Ranieri, che era stato anche suo predecessore al timone del Chelsea.

 
<p>L'allenatore dell'Inter Jos&egrave; Mourinho. REUTERS/Giampiero Sposito</p>