Giappone, arriva lo Zen Yoga

lunedì 25 febbraio 2008 12:48
 

TOKYO (Reuters) - Immaginate lo yoga indiano, lo zen giapponese, il tai chi e il qigong cinese, insieme per un riscaldamento di 20 minuti da completare prima di bere il caffé appena svegli.

Potrebbe suonare come il menù takeaway di un ristorante fusion asiatico esageratamente ambizioso, ma Aaron Hoopes, fondatore dello Zen Yoga, sostiene che l'adattamento di antichi esercizi e pratiche di meditazione con la vita moderna non cancellano il loro profondo significato spirituale.

"Tutte le discipline hanno migliaia di anni", spiega Hoopes in una intervista a Tokyo, dove tiene dei workshop e promuove il suo libro, Zen Yoga.

"Le metto insieme in una forma in cui le persone sono in grado di accedervi in un modo comprensibile e chiaro".

L'accessibilità è un tema centrale negli insegnamenti di Hoopes che, nonostante lavori con gli atleti, vuole che il suo pacchetto di esercizi di stretching, movimento e respirazione attragga sempre più persone.

Il libro di Hoopes, pubblicato da Kodansha nel 2007, comprende una serie di esercizi, dallo streching yoga alla pratica cinese del tai chi. L'autore, che ha vissuto in Giappone e che ora risiede negli Usa, ha scoperto che le due pratiche si completano a vicenda.

"Il concetto dello zen nello Zen Yoga non si riferisce necessariamente all'aspetto religioso buddista dello zen, ma piuttosto al concetto di essere presente qui e ora, con una piena consapevolezza mentale", ha spiegato Hoopes.

Il solo modo per raggiungere la consapevolezza è attraverso gli esercizi respiratori.

Hoopes, naturalmente, non è la prima persona a fondere lo yoga con altre pratiche spirituali e anche con forme occidentali di esercizio. Basta entrare in uno studio di yoga medio per trovare vari corsi, dall'hot yoga al power yoga o allo slimming yoga.

Moltre delle variazioni più nuove dell'antica pratica sono viste con sospetto dai tradizionalisti, anche se la tendenza è che la diversità di stili continuerà a crescere.

Ma Hoopes difende il suo metodo. "E' una disciplina spirituale. Fai lavorare il corpo in modo corretto, fai riposare la mente... e si crea un terreno fertile che permette agli individui di maturare, crescere e svilupparsi".

 
<p>Aaron Hoopes, il fondatore dello Zen Yoga. REUTERS/Kim Kyung-Hoon (JAPAN)</p>