Moda, Ferré lancia architectural couture,firma una torre a Dubai

mercoledì 25 giugno 2008 13:02
 

MILANO (Reuters) - Entro la fine del 2011 Dubai si arricchirà una nuova torre di almeno 60 piani di appartamenti di lusso, firmata Gianfranco Ferré, lo stilista-architetto scomparso un anno fa.

Grazie a una joint venture della griffe con la Gio Developements del gruppo Galadari investiment office degli Emirati arabi uniti, nascerà un nuovo edificio dal valore di 1,2 miliardi di dollari che si chiamerà "Gianfranco Ferré Stresa", pensato per far conoscere al mondo la "architectural couture", ossia il connubio tra il mondo della moda e i progetti immobiliari.

"Abbiamo scelto il nome Stresa perché era una cittadina cara all'architetto Ferré, dove aveva la sua residenza estiva e amava passare il suo tempo libero", ha spiegato oggi Michela Piva, amministratore delegato della maison.

L'accordo prevede per la Gianfranco Ferré spa ricavi minimi garantiti per 23 milioni di dollari in tre anni e royalty del 10% sulla vendita degli arredi ideati dal team creativo della griffe, preludio del possibile lancio di una linea Ferré per la casa.

La torre -- che dovrebbe essere pronta per l'ultimo trimestre del 2011 -- sarà composta da 60-65 piani e prevede la realizzazione di spazi residenziali, commerciali e una sorta di museo che raccoglierà a rotazione gli abiti vintage delle collezioni Ferré.

"Così si realizza un sogno di Gianfranco Ferré", ha spiegato oggi Tonino Perna, presidente e ad di It Holding, che controlla la griffe, aggiungendo che nell' accordo con Gio c'è un'opzione per altri progetti in India, Cina, Mosca e Londra.

I dettagli dell'intero progetto saranno svelati a settembre.

"Noi costruiamo palazzi che restano nella storia e il matrimonio con Ferré non è un matrimonio di convenienza, ma di convinzione", ha spiegato il presidente di Gio Developements Rashid Abdul Wahab Galadari. "Abbiamo gli stessi valori e questo vuole essere un tributo alla leggenda di Gianfranco Ferré".

 
<p>Lo stilista Gianfranco Ferr&eacute;, scomparso un anno fa REUTERS/Daniele La Monaca/files</p>