Australia, sindaco di Sydney crea zone anti-omofobia

lunedì 25 agosto 2008 11:44
 

SYDNEY (Reuters) - La capitale gay dell'Australia, Sydney, ha in programma di creare delle zone "libere da omofobia" in cui i locali (bar, discoteche, alberghi) rischiano di perdere la licenza nel caso in cui i proprietari commettano abusi o violenze di stampo omofobico.

Lo hanno riferito ieri i media locali.

Il provvedimento riguarderà prima di tutto il principale quartiere gay della città, quello di Oxford Street, dove ogni anno si tiene una delle più grandi parate del mondo dedicata a gay e lesbiche.

Il sindaco di Sydney, Clover Moore, ha detto che il provvedimento punta a riconoscere "il carattere essenzialmente gay di Oxford Street" e giunge in risposta alle denunce di gay riguardo ad abusi di stampo omofobico nei locali notturni.

Il provvedimento potrebbe richiedere agli esercizi pubblici locali di utilizzare segnali e adesivi per dichiarare che si tratta di zone "libere da omofobia" e per includere misure anti-omofobia nell'addestramento del personale.

 
<p>Il sindaco di Sydney, Clover Moore. REUTERS/Will Burgess</p>