Calcio, Juve scrive lettera aperta a Figc e Aia su arbitri

domenica 24 febbraio 2008 16:42
 

MILANO (Reuters) - La Juventus ha scritto alla Federazione italiana gioco calcio e all'associazione degli arbitri chiedendo che vengano prese azioni per migliorare le performance dei direttori di gara, dopo alcuni recenti arbitraggi controversi.

La Juve, terza in Serie A, ha perso ieri 2-1 contro la Reggina, dopo un rigore contestato.

"La Juventus richiede che la Federcalcio prenda provvedimenti immediati ed efficaci per sanare una situazione gravemente compromessa. Bisogna ritrovare fiducia nella classe arbitrale e ridare slancio al calcio italiano", si legge nella lettera pubblica sul sito della squadra e firmata da Giovanni Cobolli Gigli e Jean-Claude Blanc, rispettivamente presidente e ad della Juve.

"Nel corso di questo e del precedente campionato la Juventus ha sempre cercato di attenuare le tensioni nei confronti del mondo arbitrale, evitando di trascendere in polemiche animose e accettando con fair play decisioni anche controverse", aggiunge la lettera.

"Un atteggiamento che, purtroppo, alla luce dei fatti di Reggio Calabria deve essere riconsiderato. Ancora una volta, nel corso di questa stagione, la Juventus è stata danneggiata in modo irreversibile dalle decisioni del direttore di gara"

Nell'ultimo periodo, gli arbitri sono stati molto criticati in campionato.

Il vicepresidente del Milan Adriano Galliani ha suggerito di far dirigere le partite ad arbitri stranieri, mentre altri hanno detto che la tecnologia deve essere usata per aiutare i fischietti.

Il designatore Pierlugi Collina ha detto che i suoi arbitri restano tra i più bravi del mondo.

 
<p>Il designatore arbitrale Pierluigi Collina. REUTERS/Arnd Wiegmann</p>