Gb, il governo valuta il divieto di esposizione delle sigarette

lunedì 24 marzo 2008 16:16
 

LONDRA (Reuters) - I negozianti potrebbero essere costretti a non mettere più in mostra le sigarette in Gran Bretagna, secondo un nuovo piano del governo per dare un nuovo giro di vite al fumo, soprattutto tra i giovani.

La proposta include anche un divieto ai distributori automatici di sigarette in pub e ristoranti aperti agli under 18 e misure che rendano più semplici vendere gomme e cerotti alla nicotina.

Il governo sostiene che chi inizia a fumare a 15 anni ha tre volte più possibilità di morire di tumori legati alle sigarette di quelli che prendono il vizio del fumo passati i 20 anni.

Il ministro della Salute Dawn Primarolo ha detto alla Bbc che "si capisce che il fumo causa il cancro: è un grosso killer".

"Vogliamo proteggere i nostri giovani dunque dobbiamo occuparci di tutti: dettaglianti, governo, produttori, famiglie, individui, come possiamo prima di tutto scoraggiarli dall'iniziare a fumare".

Le proposte, oggetto di una consultazione pubblica che sarà lanciata a maggio, sono il nuovo passo nella strategia del governo per ridurre il numero di britannici che fumano.

Circa il 22% della persone dai 16 in su fuma in Gran Bretagna, un dato che il governo punta a tagliare a meno del 20% entro il 2010.

 
<p>Due avvocati fumano all'esterno del tribunale nel centro di Londra. REUTERS/Toby Melville</p>