L'Hitler di cera torna al museo di Berlino dopo la decapitazione

domenica 14 settembre 2008 15:44
 

BERLINO (Reuters) - La statua di cera di Adolf Hitler è tornata alla museo Madame Tussauds di Berlino dopo che un visitatore l'aveva decapitata quando era stata messa in mostra due mesi fa.

Lo ha reso noto oggi il museo.

Pochi minuti dopo l'apertura dell'esposizione a luglio, un ex-poliziotto di Berlino aveva decapitato la statua di cera del leader nazista.

Madame Tussauds ha detto che la statua è tornata al suo posto, ma che i visitatori potranno osservarla da dietro un vetro e non potranno toccarla.

L'idea di fare una statua di cera di Hitler aveva innescato un aspro dibattito in Germania prima dell'esposizione. I critici sostenevano che fosse una mancanza di gusto esporre una replica dell'uomo che ha scatenato la Seconda guerra mondiale e ha ordinato lo sterminio degli ebrei.

Madame Tussauds ha spiegato che il museo evita la politica.

"Come abbiamo detto dall'inizio, Adolf Hitler rappresenta una parte significativa della storia tedesca e la sua statua di cera è una parte legittima della nostra mostra, cosa confermata attraverso sondaggi locali", ha detto il museo in una nota.

Il 41enne che aveva decapitato Hitler gridava "Non più guerra!" mentre gli staccava la testa. Ha poi spiegato ai quotidiani di essere stato arrabbiato nei confronti del museo e di aver realizzato l'attacco per vincere una scommessa.

 
<p>La statua di cera di Adolf Hitler nella ricostruzione del suo bunker al museo "Madame Tussauds" a Berlino, il 13 settembre 2008. REUTERS/Hannibal Hanschke</p>