Milano, finti finanzieri rapinano show room Damiani

domenica 24 febbraio 2008 18:01
 

MILANO (Reuters) - Sette uomini hanno rapinato stamani uno show room della casa di gioielli Damiani in pieno centro a Milano, fingendosi della Guardia di Finanza e rastrellando un bottino che secondo le forze dell'ordine potrebbe essere molto ingente.

Gli uomini, spiega la polizia, sono entrati in azione intorno alle 10 allo show room riservato ai migliori clienti del gruppo in corso Magenta 82, nel centro del capoluogo meneghino, dove per oggi era prevista una mostra.

Gli inquirenti hanno detto che l'allarme è scattato un'ora dopo la realizzazione del colpo.

Damiani in una nota ha riferito che, nonostante non si conosca ancora l'esatto ammontare del bottino, il valore dei gioielli "risulta ampiamente coperto dal massimale assicurativo contemplato dalle polizze" stipulate con Allianz e Lloyd's of London.

LA DINAMICA

Secondo la ricostruzione della polizia, i sette -- quattro con la pettorina della Gdf -- si sono presentati con il passamontagna entrando dall'ingresso principale, lasciato aperto dai dipendenti che erano sul posto, poi immobilizzati.

Solo una persona è stata lasciata libera per aprire il caveau, che la banda ha completamente svaligiato. La refurtiva è stata trafugata attraverso un buco presente nei sotterranei e che si affacciava sull'androne dell'edificio adiacente, dove i sette avevano parcheggiato il furgone su cui sono scappati.

Dopo circa un'ora dalla loro fuga è stato dato l'allarme, dice la polizia, non spiegando come mai sia passato così tanto tempo dal colpo prima che i dipendenti sul posto avvertissero le forze dell'ordine.

Il caveau è stato completamente ripulito e gli inquirenti stanno ora cercando di quantificare a quanto ammonti esattamente il bottino.

 
<p>Un gioiello Damiani in mostra a Beverly Hills. REUTERS/Mario Anzuoni</p>