Ue avverte i vacanzieri: necessaria maggiore protezione dal sole

lunedì 14 luglio 2008 15:03
 

BRUXELLES (Reuters) - I Commissari europei alla salute e ai diritti dei consumatori hanno suggerito oggi a tutti coloro che vanno in vacanza di prendere misure precauzionali aggiuntive quest'estate per proteggersi dal sole, con l'obiettivo di ridurre i crescenti casi di tumore alla pelle, soprattutto tra i bambini.

I raggi ultravioletti sono la causa principale del cancro cutaneo - circa un terzo dei casi diagnosticati - secondo quanto afferma la Skin Cancer Foundation.

"Il nostro messaggio ai consumatori quest'anno è molto chiaro: state attenti al sole quest'estate e proteggetevi", ha detto il Commissario Ue alla Salute Androulla Vassiliou in un comunicato.

Vassiliou ha consigliato ai genitori di non esporre bimbi e ragazzi direttamente ai raggi ultravioletti, in quanto accrescono il rischio di tumori alla pelle. Ci sono due tipi di raggi ultravioletti: gli UvA, responsabili dell'abbronzatura, e gli UvB, che causano ustioni.

Secondo l'istituto britannico Cancer Research, il numero di casi di tumori alla pelle nel Regno Unito è più che raddoppiato dai primi anni 80, con oltre 2mila decessi causati da questo tipo di cancro ogni anno.

Lo scorso anno, gli stessi timori hanno portato Bruxelles a introdurre regole più rigide nella classificazione ed etichettatura delle creme solari, vietando l'uso di diciture quali "protezione totale" e protezione al 100% dal sole".

"La cosa più importante è che chi va in vacanza sappia che la crema solare è solo una delle tante precauzioni necessarie per un'efficace protezione dal sole", ha detto il Commissario Ue per la Tutela dei Consumatori Meglena Kuneva.

 
<p>Un gruppo di giovani ateniesi prende il sole in una spiaggia in Grecia. REUTERS/Yiorgos Karahalis</p>