Cinema, l'ultimo film di Harry Potter sarà diviso in due parti

giovedì 13 marzo 2008 18:53
 

LOS ANGELES (Reuters) - Warner Bros. ha deciso di dividere il settimo e ultimo libro della saga di Harry Potter in due film: la prima parte di "Harry Potter e i doni della morte" debutterà così alla fine del 2010 e sarà seguita qualche mese più tardi dalla seconda, secondo quanto annunciato oggi dalla casa cinematografica.

"Sentiamo che il modo migliore per fare giustizia al libro e ai suoi molti fan è espandere l'adattamento cinematografico di 'Harry Potter e i doni della morte' e fare uscire il film in due parti", spiega in una nota Jeff Robinov, presidente of Warner Bros. Pictures Group.

I primi cinque film della serie sono stati dei grossi successi, con un incasso globale vicino a 4,5 miliardi di dollari. Il sesto film è ancora in produzione attualmente.

Le pellicole sono basate sui romanzi della scrittrici britannica J.K. Rowling, che raccontano le avventure del giovane mago Harry Potter e dei suoi amici alla scuola di magia di Hogwarts.

"I doni della morte", il settimo e ultimo libro della serie, è uscito lo scorso luglio, vendendo circa 11,5 milioni di copie nei primi 10 giorni solo negli Usa.

Il racconto è però una lunga saga da 750 pagine, con diversi colpi di scena e con Harry che affronterà -- una volta per tutte -- l'oscuro Lord Voldemort, che ha ucciso i suoi genitori.

A causa delle tante avventure de "I doni della morte", la Rowling, i produttori del film e la Warner Bros. hanno deciso che erano necessari due film per raccontare integralmente la storia.

"'I doni della morte' è così ricco, la storia è così densa che dopo aver discusso con Jo, siamo arrivati alla conclusione che erano necessarie due parti per fare giustizia", ha detto il produttore David Heyman, che portò il progetto in Warner Bros. nel 1997.

I libri e i film sono un macchina da soldi oltre il botteghino e i dvd, con merchandising, giochi, maglie e un progetto per un parco a tema. Per sommi capi, "Harry Potter" rappresenta un business da 20 miliardi di dollari e dunque un ottavo film espanderebbe ancora le entrate.

Daniel Radcliffe, che interpreta Harry, e i co-protagonisti Emma Watson (Hermione) e Rupert Grint (Ron) stanno girando ora il sesto film: "Harry Potter e il principe mezzo sangue". Tutti e tre hanno già confermato la loro presenza in "I doni della morte".