Fumo,per gli scienziati ci sono i geni dietro a tumore a polmone

giovedì 3 aprile 2008 01:48
 

LONDRA (Reuters) - Gli scienziati hanno scoperto importanti differenze genetiche tra le persone, in grado di spiegare perché alcuni fumatori sviluppano il tumore al polmone e altri no.

Tre team di Francia, Islanda e Stati Uniti hanno annunciato oggi di aver individuato una regione del genoma che contiene geni in grado di sottoporre i fumatori ad un rischio più elevato di contrarre la malattia killer.

In tutti e tre gli studi, la nicotina appare come il maggior colpevole.

Le scoperte potrebbero eventualmente portare a prevenire e curare il tumore al polmone, la più grossa causa di morte legata al cancro negli uomini e la seconda più comune nelle donne.

Il fumo è 9 volte su 10 la causa del tumore al polmone.

Solo il 15% dei fumatori sviluppa la malattia e i medici da tempo sospettano che siano coinvolti elementi genetici.

La nuova ricerca conferma che alcuni fumatori sono più vulnerabili rispetto ad altri a causa del loro profilo del dna. I fumatori con due copie di variazioni genetiche hanno il 23% di rischio di contrarre il tumore al polmone, secondo i ricercatori.

Nei tre studi, pubblicati su Nature e Nature Genetics, si punta il dito contro l'area del cromosoma 15, che ospita tre geni recettori della nicotina. Ciò potrebbe suggerire che la nicotina stessa è cancerogena oltre a essere una sostanza che dà dipendenza.

Potrebbe anche semplicemente significare che alcune persone amano di più le sigarette e fumano di più, esponendo i loro polmoni ad un danno più ampio.

"Abbiamo bisogno di capire meglio come i fattori genetici aumentano il rischio e quali cicli molecolari sono coinvolti nello sviluppo del tumore al polmone", ha detto Chris Amos, dell'università del Texas M.D. Anderson Cancer Center a Houston.

 
<p>Una tabaccheria inglese. REUTERS/Luke MacGregor (BRITAIN)</p>