Lettere al quotidiano Granma, nuova forma di espressione a Cuba

sabato 22 marzo 2008 15:15
 

L'AVANA (Reuters) - I cubani hanno un nuovo modo per esprimere le loro opinioni: mandare lettere al direttore del quotidiano Granma del partito comunista.

Lettere a favore e contro le riforme allo studio del presidente cubano Raul Castro sono state pubblicate dal quotidiano ieri.

Una persona ha scritto chiedendo l'eliminazione del sistema di valuta duale, una grossa fonte di lamentale tra i cubani, che sono pagati in pesos cubani mentre devono pagare molte merci in pesos convertibili, che valgono 24 volte di più.

La pubblicazione di lettere è una novità in un paese in cui la stampa è controllata dallo stato, che non consente l'esistenza di media indipendenti.

La mossa segue un nuovo trend per stimolare il dibattito pubblico iniziato da quando Raul Castro ha assunto di fatto il potere dalla malattia del fratello Fidel a metà 2006.

Raul Castro ha incoraggiato i cubani a parlare dei problemi e le lettere al direttore hanno iniziato ad apparire da venerdì della settimana scorsa in un'edizione più ampia di Granma da 16 pagine invece delle solite otto.