Salute, tecnologia usa il tabacco per combattere il tumore

martedì 22 luglio 2008 11:44
 

CHICAGO (Reuters) - Un vaccino personalizzato creato con il tabacco -- normalmente associato al tumore come causa piuttosto che come cura -- potrebbe aiutare i malati di linfoma a combattere la malattia.

I ricercatori Usa hanno spiegato che la cura -- in cui i pazienti vengono vaccinati contro le loro cellule tumorali -- viene realizzata utilizzando un nuovo approccio che trasforma le piante di tabacco in un vaccino personalizzato.

"E' la prima volta che una pianta viene usata per creare una proteina da iniettare in una persona", spiega il dottor Ron Levy della Stanford University School of Medicine in California, la cui ricerca è apparsa sul giornale Proceedings of the National Academy of Sciences.

"E' un modo per curare il tumore senza effetti collaterali", spiega Levy in una nota. "L'idea di mobilitare il sistema immunitario del proprio corpo per combattere il cancro".

Levy sta lavorando con un team di scienziati dall'ormai defunto Large Scale Biology Corp., che ha contribuito a finanziare lo studio, insieme a Bayer HealthCare di Bayer , CBR International, Integrated Biomolecule, The Biologics Consulting Group e Holtz Biopharma Consulting.

Il gruppo sta lavorando su un tipo di tumore conosciuto come linfoma follicolare cellule B, un tipo di linfoma non-Hodgkin che attacca il sistema immunitario. Il tumore crea uno specifico anticorpo che non si trova nelle cellule sane.

La tecnologia sfrutta la vulnerabilità delle piante del tabacco a un virus che attacca solo loro.

I ricercatori hanno alterato il virus, aggiungendo uno specifico anticorpo dalle cellule di un malato. Poi, hanno infettato le piante con il il virus.

In un test di 16 pazienti con il linfoma, il 70% ha sviluppato un risposta immunitaria, e nessuno ha riscontrato effetti collaterali.

 
<p>La raccolta di foglie di tabacco. REUTERS/Sharif Karim</p>