Matrimonio in vivavoce: coppia musulmana si sposa al telefono

venerdì 11 luglio 2008 15:07
 

KOLKATA, India (Reuters) - Una coppia di indiani musulmani si è scambiata gli auguri del proprio matrimonio al telefono dopo che lo sposo, che vive all'estero, ha detto di non avere soldi per tornare a casa per sposarsi.

Lo ha riferito oggi un sacerdote del luogo.

Irin Biswas, 18 anni, e Safikul Islam, che lavora in Kuwait, si sono sposati a distanza con rito musulmano.

L'intero villaggio di Murshidabad, nel Bengala dell'est, ha assistito alla scena in cui il sacerdote metteva il telefonino in modalità vivavoce, permettendo l'ascolto della promessa nuziale.

"Hanno detto qubul ("sì, lo voglio") tre volte e il matrimonio si è compiuto", ha dichiarato Maulana Alamgir, il religioso che ha ufficializzato la cerimonia telefonica. Il sacerdote ha aggiunto che questa cerimonia moderna non è contro le leggi islamiche.

La sposa, nelle numerose interviste ai media locai, ha detto di aver visto Safikul solo una volta, quando è tornato per le ferie.

"Non gli avevo mai parlato, ma ora gli parlo quotidianamente", ha detto Irin alla stampa.

Safikul dovrebbe incontrare la moglie per la prima volta il prossimo ottobre quando ritorna per le vacanze, hanno riferito membri della famiglia.