Guru del web lancia sito social network anti-malaria

lunedì 21 aprile 2008 09:52
 

di John Joseph

LONDRA (Reuters) - Dopo aver venduto un sito Internet dedicato al calcio all'età di 17 anni per 40 milioni di dollari, un giovane imprenditore britannico ha deciso di contribuire al lancio di un sito di social networking per combattere la malaria.

Tom Hadfield creò Soccer.net nella sua camera da letto prima di venderlo al network di sport Usa ESPN e ora spera che il successo di siti come Facebook possa aiutare a combattere la malattia che uccide circa un milione di persone all'anno, molte delle quali in Africa.

"Credo nel potere degli amici che parlano agli amici", ha dichiarato Hadfield, studente part-time e imprenditore a tempo pieno, in un'intervista a Reuters.

Iscritto al quarto anno di Scienze Politiche all'Università di Harvard, l'imprenditore 25enne ha ideato il sito www.MalariaEngage.org dopo un viaggio in Zambia l'estate scorsa.

"Viaggiare in Africa e vedere la devastazione causata dalla malaria mi ha fatto capire che c'era qualcosa in più nella vita di inserire i punteggi del calcio", ha detto Hadfield.

Il sito invita a donare un minimo di 10 dollari per sostenere sette diversi progetti di ricerca in Tanzania, come la messa a punto di piante in grado di respingere le zanzare. Ma MalariaEngage.org è qualcosa di più di uno strumento per raccogliere fondi, ha spiegato Hadfield.

Offre "qualcosa in più di contributi in denaro -- crea connessioni. Incoraggiando la partecipazione individuale, creeremo comunità internazionali con un interesse comune. E' l'essenza del social networking".

 
<p>Alcune postazioni Web in un campus a San Paolo, Brasile REUTERS/Paulo Whitaker</p>