Pechino, vietati i menu con carne di cane durante le Olimpiadi

venerdì 11 luglio 2008 10:08
 

PECHINO (Reuters) - Niente carne di cane nei menù di Pechino per tutta la durata delle Olimpiadi di agosto e delle Paraolimpiadi di settembre: così stabilisce una direttiva dell'Ufficio per la Sicurezza Alimentare della capitale cinese.

La carne di cane in Cina è un piatto molto apprezzato, non solo dalla numerosa comunità coreana che vive nella capitale, ma anche nelle province dello Yunnan e del Guizhou.

L'ordinanza impone agli hotel e ai ristoranti convenzionati per le Olimpiadi di sospendere la preparazione dei piatti a base di carne di cane, e stabilisce che qualsiasi ingrediente canino impiegato sia espressamente segnalato.

Come già accadde a Seoul in occasione delle Olimpiadi del 1988, Pechino - preoccupata che l'idea di cibarsi del miglior amico dell'uomo possa offendere i gruppi per i diritti degli animali e i turisti occidentali - ha deciso che i ristoranti che probabilmente saranno più frequentati dai visitatori devono smettere di servire carne canina "per rispettare le abitudini alimentari degli altri paesi".

La direttiva non affronta invece la questione dei menu a base di asino, altro piatto forte della capitale.

 
<p>Un uomo sgozza un cane nel cortile della sua casa a Pechino per poi cucinarlo.REUTERS/Reinhard Krause/Files</p>