Al Gore ritira il Nobel: "Fare la pace con il pianeta", dice

lunedì 10 dicembre 2007 14:19
 

OSLO (Reuters) - Al Gore ha ritirato oggi il Nobel per la pace e ha detto che è il momento di fermare la guerra alla Terra e di iniziare a far pace con il pianeta.

L'ex-vicepresidente Usa ha condiviso il premio 2007 con il Comitato intergovernativo sui cambi di clima per l'Onu il cui capo, Rajendra Pachauri, ha esortato i leader del mondo alla conferenza sul clima in Indonesia ad ascoltare la saggezza della scienza.

"Senza rendercene conto, abbiamo iniziato una guerra con la Terra stessa", ha detto Gore nel suo discorso. "E' il momento di fare la pace con il pianeta".

"La terra ha la febbre", ha aggiunto Gore a Oslo, sottolineando che ogni giorno vengono pompate 70 milioni di tonnellate di inquinanti che provocano il riscaldamento globale -- primo fra tutti, il diossido di carbonio -- nell'atmosfera.

Invece di un "inverno nucleare" paventato dagli scienziati alcuni decenni fa, il pianeta ora rischia una "estate di carbonio", ha aggiunto Gore.

Pachauri, scienziato indiano, ha ammonito che l'impatto del cambio di clima su i più poveri e i più vulnerabili al mondo potrebbe essere "estremamente sconvolgente".

Ha aggiunto che il riscaldamento potrebbe portare all'estinzione di alcune specie e che un repentino innalzamento della temperatura di 4,5 gradi centigradi dai livelli del 1980-99 sarebbe "disastroso".

Gore ha annunciato di voler invitare la conferenza Onu sul clima in corso a Bali, Indonesia, ad adottare un pieno mandato per un trattato che stabilisca un tetto globale universale sulle emissioni e che usi il mercato nel trading delle emissioni per portare ad una rapida riduzione.

Ha aggiunto che un nuovo trattato sul clima, che dovrà prendere il posto di quello di Kyoto del 1997, dovrebbe essere adottato entro il 2010 -- due anni prima di quanto previsto al momento -- e che i capi di stato dovrebbero incontrarsi ogni tre mesi fino a che non sarà completato.

 
<p>Al Gore (a sinistra) e Rajendra Pachauri posano con i loro premi alla cerimonia del Nobel 2007 a Oslo. REUTERS/Bjorn Sigurdson/Scanpix Norway</p>