Elton John, supporter di Clinton, si lamenta della misoginia Usa

giovedì 10 aprile 2008 11:00
 

NEW YORK (Reuters) - La pop star britannica Elton John, suonando ieri sera a New York ad una raccolta fondi per Hillary Clinton, ha detto di essere sorpreso della misoginia di alcuni in America, aggiungendo di sperare che ciò non fermi la corsa della donna alla Casa Bianca.

Alla serata, che secondo un manager della campagna della Clinton ha fruttato 2,5 milioni di dollari, John ha detto che non c'è nessuno più qualificato di lei a guidare gli Stati Uniti nella prossima era.

"Detto questo, non smetterò mai di sorprendermi della misoginia di certa gente in questo paese. Che vadano al diavolo", ha detto, attirando gli applausi della folla al Radio City Music Hall a Manhattan.

"Sono sempre stato un sostenitore di Hillary", ha aggiunto.

Presentandolo, la Clinton ha ricordato che l'artista suonò alla Casa Bianca ad una cena di stata durante la presidenza del marito Bill Clinton.

 
<p>Il cantante Elton John durante uno spettacolo per la raccolta fonti a sostegno della candidata democratica alla presidenza Usa Hillary Clinton, al Radio City Music Hall di New York. 9 aprile 2008. REUTERS/Mike Segar</p>