Spiagge nere, uccelli coperti di petrolio in disastro Sud Corea

domenica 9 dicembre 2007 11:54
 

TAEAN, Corea del Sud (Reuters) - La Corea del Sud ha messo in campo oggi più di 100 navi e migliaia di soldati per arginare la più grave fuoriuscita di petrolio mai avvenuta nella sua storia, che ha annerito le spiagge, coperto di catrame gli uccelli e diffuso un odore terribile all'interno di una riserva naturale.

La marea nera ha investito un'area che si estende per 17 chilometri della costa occidentale, circa 100 chilometri a sudovest di Seul, che ospita frequentate spiagge turistiche, un parco nazionale e colture di ostriche. La fuoriuscita di petrolio minaccia di diventare un immenso disastro ecologico.

La chiazza si estende lungo circa 20 chilometri a partire dalla petroliera battente bandiera di Hong Kong che venerdì ha iniziato a spargere 10.500 tonnellate di greggio, dopo che la collisione con una chiatta le aveva provocato una falla sulla fiancata mentre si trovava all'ormeggio, secondo quanto ha riferito la guardia costiera.

La falla, dice la guardia costiera, è stata riparata alle prime ore di oggi.

Ci vorrà probabilmente più di un mese per eliminare il catrame, secondo quel che ha detto ai giornalisti il ministro marittimo Kang Moo-hyun.

Finora sono rimaste uccise grandi quantità di pesci e di uccelli acquatici.

 
<p>Un soccorritore mostra due uccelli morti ricoperti di catrame nella spiaggia sudcoreana di Mallipo, invasa da una marea nera dopo la fuoriuscita di greggio da una petroliera di Hong Kong. REUTERS/Seo Myung-gon/Yonhap (SOUTH KOREA) KOREA OUT. NO ARCHIVES. NO SALES.</p>