Rischio cancro maggiore per bambini vicino a impianti nucleari

sabato 8 dicembre 2007 15:36
 

BERLINO (Reuters) - Uno studio tedesco ha rilevato che i bambini che vivono vicino a impianti nucleari hanno un rischio significativamente più alto di contrarre la leucemia ed altri tipi di cancro. Lo ha scritto oggi un giornale tedesco.

"Il nostro studio conferma che in Germania è stata osservata una connessione fra la distanza di un domicilio dal più vicino impianto nucleare... e il rischio di contrarre un cancro, come la leucemia, prima di aver compiuto cinque anni d'età", sono le conclusioni dello studio riportate dal giornale Suddeutsche Zeitung.

Il giornale scrive che lo studio è stato realizzato dall'Università di Mainz per l'Ufficio Federale tedesco per la Protezione dalle Radiazioni (Bfs). Al momento non è disponibile una copia del rapporto.

I ricercatori hanno accertato che hanno contratto la leucemia fra il 1980 e il 2003 37 bambini all'interno di un raggio di 5 chilometri da impianti di produzione di energia nucleare, mentre la media statistica durante il periodo di tempo preso in esame è di 17 bimbi.

Il giornale ha citato le dichiarazioni di un anonimo esperto di protezione dalle radiazioni vicino allo studio, secondo il quale le conclusioni della ricerca sottostimano il problema. L'uomo ha detto che i dati raccolti dimostrano che c'è un aumento del rischio di cancro per i bambini che vivono nel raggio di 50 chilometri da un reattore nucleare.

Il ministro dell'ambiente tedesco Sigmar Gabriel ha detto in un comunicato che esaminerà lo studio, aggiungendo che anche il Bfs valuterà le risultanze della ricerca.

La Germania ha in programma di chiudere tutti i suoi impianti nucleari entro i rimi anni dei 2020.

 
<p>Una veduta dell'impianto nucleare di Philippsburg, in Germania. REUTERS/Alex Grimm (GERMANY)</p>