Salvata tartaruga incinta nello Stretto di Messina

giovedì 28 agosto 2008 12:21
 

MILANO (Reuters) - Una tartaruga marina incinta che si trovava in difficoltà è stata avvistata da un gruppo di velisti a Villa San Giovanni, nello stretto di Messina, e assistita dai biologi del Centro turistico studentesco (Cts) fino a quando non è potuta tornare in mare.

Lo si legge in una nota del Cts.

L'animale, della specie Caretta caretta, aveva in grembo 100 uova pronte per essere deposte. I velisti che l'hanno avvistata hanno notato che si trovava in difficoltà e hanno fatto scattare le operazioni di soccorso. Grazia, così è stata chiamata la tartaruga, è stata subito trasportata nel Centro di Recupero Tartarughe Marine Cts di Brancaleone, in provincia di Reggio Calabria, dove è stata assistita fino a recuperare l'autonomia.

La tartaruga è stata poi rimessa in mare, perché possa portare avanti la deposizione delle uova. Ad un certo punto infatti, risalirà la spiaggia di notte e scaverà una buca profonda circa 50 centimetri, per deporre le sue uova, che vi rimarranno 60 giorni prima della nascita dei piccoli.

Il Cts precisa che quello appena avvenuto è un caso "rarissimo" nel Mediterraneo: è la prima volta, dice il comunicato, che un esemplare incinta viene salvato, curato e riabilitato.

 
<p>Una tartaruga marina REUTERS/Paulo Siqueira</p>