Papa a 150.000 Sydney: salvate Terra per generazioni future

giovedì 17 luglio 2008 09:53
 

di Philip Pullella

SYDNEY (Reuters) - Papa Benedetto ha esortato oggi i giovani a proteggere la Terra per le generazioni future, affermando che il mondo è "segnato dalle ferite" dell'erosione, della deforestazione e dello sperpero delle "risorse minerali e marine per alimentare un insaziabile consumismo".

Rivolgendosi a circa 150.000 pellegrini cattolici a Sydney, il Papa ha detto che alcuni di loro vengono da isole-stato la cui esistenza è minacciata dall'aumento dei livelli delle acque e altri da nazioni che soffrono gli effetti della siccità come l'Australia.

Nel suo discorso alla Giornata Mondiale della Gioventù, il pontefice ha spiegato che proteggere l'ambiente è di "vitale importanza per l'umanità".

Il Papa ha raccontato che nel suo volo da Roma a Sydney è stato testimone del luccichio del Mediterraneo, della magnificenza del deserto nordafricano, della lussureggiante foresta dell'Asia e della vastità dell'Oceano Pacifico.

"È come se uno catturasse rapide immagini della storia della creazione raccontata nella Genesi: la luce e le tenebre, il sole e la luna, le acque, la terra e le creature viventi".

"Forse con riluttanza giungiamo ad ammettere che vi sono anche delle ferite che segnano la superficie della terra: l'erosione, la deforestazione, lo sperpero delle risorse minerali e marine per alimentare un insaziabile consumismo", ha detto Papa Ratzinger.

In un precedente discorso rivolto al primo ministro australiano Kevin Rudd, il Papa ha detto: "E' appropriato riflettere sul tipo di mondo che lasceremo alle future generazioni".

Il pontefice ha detto che c'è "bisogno di proteggere l'ambiente e di esercitare una responsabile amministrazione dei beni della Terra".

 
<p>Il Papa Benedetto XVI oggi al GMG di Sydney. REUTERS/Mick Tsikas</p>