Calcio, Donadoni: Cassano non è un extraterrestre

domenica 25 maggio 2008 16:24
 

FIRENZE (Reuters) - Il lunatico attaccante Antonio Cassano non va trattato come se arrivasse da un altro pianeta. Lo ha detto oggi l'allenatore della nazionale italiana di calcio Roberto Donadoni.

Ha destato sorpresa la convocazione del 25enne nella squadra provvisoria per gli Europei, non essendo più stato convocato dal 2006.

L'attaccante della Sampdoria, in prestito dal Real Madrid, ha fatto una splendida stagione ma si è anche preso una squalifica di cinque giornate per aver insultato un arbitro e avergli lanciato la sua maglietta.

"Antonio Cassano è solo un ragazzo, non fatene un extraterrestre", ha detto in una conferenza stampa Donadoni al primo giorno di allenamento dell'Italia prima dell'ultima amichevole di venerdì prossimo col Belgio.

"Credo che dopo quella pesante squalifica in campionato abbia capito come si sta in un gruppo".

I compagni di squadra hanno espresso appoggio al talentuoso attaccante.

"Non sono sorpreso di vedere Cassano in nazionale ", ha detto Gianluca Zambrotta. "Ha avuto una bella stagione e non credo che abbia bisogno di consigli particolari. Non stiamo parlando di un ragazzo di 16 anni".

La convocazione di Cassano nella squadra di 24 giocatori, cui va tolto un giocatore entro mercoledì, per il torneo che si svolgerà a giugno in Austria e Svizzera, ha fatto sì che non ci fosse posto per il centravanti del Milan Filippo Inzaghi.

Il 34enne Inzaghi ha criticato il ct per non averlo chiamato in prima persona per non dirgli che non lo convocava.

"Io lo rispetto, ma lui deve rispettare me - ha detto Donadoni - Non ho nulla di cui rimproverarmi e nulla di cui scusarmi. Quel che ci siamo detti rimane tra noi e il discorso è chiuso".

Gli azzurri campioni del mondo affronteranno Olanda, Romania e Francia nel Gruppo C.

 
<p>Il commissario tecnico della nazionale italiana di calcio Roberto Donadoni durante la conferenza stampa di oggi a Coverciano. REUTERS/Marco Bucco (ITALY)</p>