22 giugno 2008 / 09:17 / 9 anni fa

Musica, 80.000 per Vasco Rossi a Heineken Jammin Festival

di Sara Rossi

VENEZIA (Reuters) - Nel suo concerto di ieri sera all‘Heineken Jammin Festival di Mestre (Venezia), Vasco Rossi è salito sul palco citando il filosofo Spinoza e ha cantato per più di due ore davanti a 80.000 fan, circa il quadruplo di quelli attesi questa sera per il concerto dei Police, nell‘ambito della stessa kermesse.

Il festival - iniziato venerdì con i Sex Pistols e i Linkin Park e proseguito ieri con Vasco Rossi e, tra gli altri, Marlene Kuntz e Matmata - si concluderà questa sera con i Police, nella loro ultima data italiana prima dello scioglimento previsto per quest‘estate, secondo quanto riferito dagli organizzatori.

“Diceva Spinoza che chi detiene il potere ha bisogno che la gente sia affetta da tristezza. Noi invece portiamo gioia”, ha urlato la rock star ai fan, prima di iniziare un concerto in cui ha cantato oltre 23 brani, tra successi vecchi e nuovi.

Rossi ha dedicato la prima parte del concerto soprattutto alle canzoni del suo nuovo album “Il mondo che vorrei” per proseguire con brani che lo hanno reso famoso come “Siamo solo noi”, “Sally” e “Alba chiara” con cui ha salutato i fan a mezzanotte nella suggestiva cornice del parco di San Giuliano a Mestre, un‘area verde di 700.000 metri quadrati che la laguna separa da Venezia.

“Non smetterei mai di suonare in questo posto”, ha detto Rossi poco prima di salire sul palco, in un breve incontro con il sindaco di Venezia Massimo Cacciari, che gli ha fatto i complimenti per il testo della sua canzone “Colpa d‘Alfredo”.

Lo scorso anno i concerti del rocker e di altri artisti nell‘ambito dell‘Heineken Jammin Festival a Mestre erano stati cancellati a causa di una tromba d‘aria che si era abbattuta sul Veneziano provocando la caduta di alcuni tralicci del palco e 25 tra feriti e contusi tra le migliaia di fan in attesa degli spettacoli.

Quest‘anno - grazie anche alle giornate soleggiate - alla tre giorni di musica sono stati venduti complessivamente 105.400 biglietti: 16.000 circa per la prima serata, 70.000 per quella di ieri e 19.400 per stasera, secondo i dati - aggiornati a venerdì scorso - diffusi dagli organizzatori in una conferenza stampa.

UN POSTO IN PRIMA FILA

Arrivano da Milano, da Foggia e da Bologna i più agguerriti tra i fan di Vasco Rossi che pur di conquistarsi un posto in prima fila per seguire il suo concerto sono rimasti accampati per oltre 24 ore sotto al palco.

“Ho preso un giorno di ferie per essere qui in prima fila”, ha detto Giuseppe, 28 anni, impiegato di Brescia, che ha assistito a 24 concerti di Vasco Rossi e che ha persino portato una rosa alla madre del cantante in occasione della Festa della mamma.

Come Giuseppe, anche Marcello - operaio 34enne di Bologna - ha dormito in sacco a pelo sotto al palco per essere in prima fila.

“Noi seguiamo Vasco dal 1983 e quest‘anno siamo già andati a sentirlo a Genova e a Milano”, hanno raccontato Vincenzo - 42 anni postino di Milano originario di Foggia - giunto a Mestre assieme alla fidanzata Rita - 40 anni, cuoca, originaria di Napoli.

Questa sera - l‘ultima della kermesse il cui costo secondo quanto riferito dagli organizzatori si aggira sui cinque milioni di euro - sarà la volta dei Police, “riunitisi per un tour mondiale cominciato il 27 maggio dell‘anno scorso a Vancouver che terminerà il 7 agosto al Madison Square Garden di New York”, secondo quanto riferiscono gli organizzatori in una nota.

L‘Heineken Jammin Festival - la cui prima edizione risale al 1998 all‘autodromo di Imola

- ha visto salire sul palco cantanti del calibro di Ben Harper, Elisa, Negramaro e Subsonica prima che raggiungessero la fama attuale.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below